fbpx

Concorso

Diamo forza alle idee di tutti, per tutti.

TuttixTutti è il concorso che premia le idee che nascono dall’intera comunità parrocchiale, a vantaggio dei più deboli.

Dai laboratori per giovani disoccupati, ai centri anziani. Dai doposcuola per aiutare le famiglie, alle mense, i dormitori, ma anche i corsi per il buon utilizzo della tecnologia o la raccolta farmaci scaduti. L’ultimo TuttixTutti è stato vinto dal progetto “Bio Pollaio Solidale” dove, nella provincia di Palermo, vengono allevate ben 100 galline per donare poi il ricavato delle uova alle famiglie in difficoltà economica.

Da dieci anni premiamo le idee di solidarietà che nascono dall'intera comunità parrocchiale. Le idee di tutti, per tutti.

Se il tuo progetto è aiutare, noi ti aiutiamo con 10 contributi economici per realizzarlo, fino a un massimo di 15.000 €.

Per partecipare non è più necessario organizzare un incontro formativo per il sostegno economico alla Chiesa cattolica. Se lo hai già organizzato tra il 01/06/2019 e il 09/03/2020, puoi ricevere un contributo, se hai realizzato l’incontro seguendo le indicazioni fornite su sovvenire.it/incontriformativi.

 

Iscrivi online la tua parrocchia dal 01 febbraio

Farsi aiutare dai giovani è l'ideale: sono più abituati alle nuove tecnologie e garantiscono un gruppo di lavoro eterogeneo, mentre gli adulti contribuiscono con la loro esperienza e capacità. Non a caso l'iscrizione può essere fatta da un parroco ma anche da un responsabile maggiorenne da lui autorizzato.

Dopo aver letto bene il regolamento, potete iscrivere la parrocchia. Si può accedere così alla pagina del "profilo", dove scaricare e inviare i documenti necessari per partecipare.

 

Invia il progetto di solidarietà entro il 30 giugno

Scarica la scheda progetto e compilala in ogni sua parte con le caratteristiche del progetto. Quindi carica la scheda all'interno della tua pagina profilo.

Un buon progetto deve coinvolgere la tua comunità parrocchiale e soddisfare i criteri di valutazione.

 

L'incontro formativo

In considerazione dell’attuale emergenza Covid-19 e delle relative indicazioni di legge, non è più necessario organizzare l’incontro formativo per partecipare a TuttixTutti. Potresti averlo già realizzato: in questo caso deve essere avvenuto dopo il 01/06/2019 e fino al 09/03/2020. Per il rimborso degli incontri formativi realizzati entro le suindicate date, puoi fare riferimento alla procedura illustrata su sovvenire.it/incontriformativi. Potresti ricevere un rimborso da 500 a 1.500 €, a prescindere dall'esito del concorso.

Scopri se il tuo progetto ha vinto il contributo dal 15 settembre

Il 15 settembre pubblicheremo su questo sito i nomi dei progetti vincitori, selezionati in base ai criteri di valutazione della Giuria. C'è in palio un contributo da 15.000 € e altri 9 premi, scoprili tutti.

 

 

Domande frequenti

1. Chi può iscriversi al concorso TuttixTutti?
Il parroco o un suo incaricato. Quest'ultimo deve aver compiuto 18 anni entro il 01/02/2020 e dichiarare di essere stato autorizzato dal parroco.
2. È necessario organizzare un gruppo di lavoro?
Non è obbligatorio ai fini del concorso ma consigliato. Creare un gruppo eterogeneo è già un'azione importante, che unisce e rende partecipe l'intera comunità. In più, coinvolgere i giovani, ad esempio, può essere d'aiuto per la procedura su Internet.
3. Perché il parroco deve essere sempre coinvolto?
Perché è il rappresentante legale della parrocchia. E perché può capire in profondità i bisogni sociali della comunità parrocchiale.
4. Perché presentare la propria idea attraverso un progetto?
Il progetto serve a valutare se un'azione, un servizio o un luogo, possa davvero raggiungere gli obiettivi desiderati, rispettando tempi e costi.
5. È possibile realizzare l'incontro prima di presentare il progetto?
No, non è più necessario. Se però lo hai già realizzato tra il 01/06/2019 e il 09/03/2020 puoi chiedere il rimborso delle spese sostenute seguendo la procedura sul sito sovvenire.it/incontriformativi.
6. Chi beneficerà dei premi del concorso?
I premi permetteranno alle parrocchie vincitrici di realizzare i progetti presentati, contribuendo alla copertura di alcuni costi. I benefici di questi progetti saranno a disposizione di tutta la comunità parrocchiale.